Vicini fastidiosi e pessima acustica? Risolvi il problema con queste soluzioni fonoassorbenti fai da te!

Trascorrendo molte ore a casa, così come ti sarai accorto della mancanza di comfort visivo (qui l’articolo dedicato), ti sarai certamente reso conto dell’esistenza o meno di problemi acustici.

I vicini si sono rivelati troppo chiassosi? I rumori provenienti dall’esterno si sentono eccessivamente? I suoni da un ambiente all’altro si propagano troppo intensamente o causano “rimbombi” fastidiosi? Esistono diversi sistemi più o meno costosi per migliorare l’acustica in casa. Qui vogliamo proporti alcune soluzioni fonoassorbenti fai da te!

Utilizzando gli arredi!

Per capire l’importanza degli arredi nell’acustica di casa, basta pensare a come rimbomba la voce quando non ce ne sono. Usarli in modo strategico può perciò essere una soluzione a costo zero per migliorare la situazione. Addossa alla parete che ti separa dai vicini un armadio oppure una libreria a tutta altezza! I rumori faranno più fatica a passare, ovviamente se armadi e librerie saranno piedi di abiti e libri. Le imbottiture hanno una grande capacità fonoassorbente, per questo anche un divano o una poltroncina, con qualche cuscino in più, possono fare la differenza!

photo credits Pinterest

Con elementi divisori!

Per ridurre il propagarsi dei suoni provenienti dall’esterno, puoi usare alle finestre delle tende acustiche, che dal soffitto arrivino fino a terra. Contribuiranno in parte all’isolamento acustico dall’esterno e, come gli imbottiti, eviteranno il  riverbero dei suoni interni. Data la loro “pesantezza”, queste tende hanno spesso anche proprietà oscuranti e di isolamento termico. Questa soluzione, anche se meno “domestica”, è valida anche per dividere ambienti di un open space con funzioni differenti. Ci sono poi veri e propri separé fonoassorbenti, molto usati negli uffici, ma anche sistemi modulari da appendere. Ne sono un esempio i pannelli Oddlaug di Ikea!

photo credits Pinterest

Rivestendo la parete in un modo…

Lo stesso principio funziona se rivesti le pareti con materiali fonoassorbenti. Aldilà dei classici pannelli acustici a piramidi, sicuramente non belli da vedere, esistono prodotti di design adatti all’ambiente domestico. Alcuni sembrano dei quadri: non vanno a coprire interamente la parete, ma vengono disposti come se fossero decorazioni. Simili ad Oddlaug di Ikea, in commercio puoi trovare anche soluzioni modulari con forme diverse che, se non lo sai, non penseresti mai servano a questo. Per isolare la camera da letto, soluzioni di interior design contemporanee possono rivelarsi molto utili. Se alla testiera sostituisci l’intera parete retrostante imbottita, otterrai un ottimo risultato acustico ed estetico!

photo credits Pinterest

…o nell’altro!

Anche l’inserimento del verde in casa può rappresentare una soluzione fonoassorbente! I rivestimenti vegetali delle pareti, molto in voga negli ultimi anni, aiutano molto nell’acustica. I suoni vengono infatti attutiti dal substrato che compone questi “giardini verticali”. Non ci sono dubbi sulla valenza estetica di questo sistema! Un altro metodo che puoi adottare, economico ma da integrare maggiormente con il resto, consiste nel ricoprire una parete con il sughero. Questa soluzione si adatta molto a spazi di lavoro e di studio: in questi casi il sughero può diventare supporto per appunti, calendari, foto, mimetizzando maggiormente la reale funzione.

photo credits Pinterest

Sfruttando l’altezza!

Infine, esistono dei prodotti di design appositamente progettati che sfruttano l’altezza, per migliorare l’acustica senza ingombrare. Sono composti da elementi imbottiti e, a volte, integrano anche la luce, diventano lampadari fonoassorbenti. Sono molto utilizzati negli spazi di lavoro open space, dove le diverse postazioni non devono infastidirsi a vicenda. Ma anche in una sala riunioni, oppure sui tavoli di una mensa o di un ristorante, servono ad attutire il brusio di fondo ed il vociare di molte persone che parlano contemporaneamente. Pannelli fonoassorbenti, simili a quelli visti prima a parete, possono altrimenti essere appesi a soffitto in modo da creare soluzioni decorative.

photo credits Pinterest

 

Le soluzioni fonoassorbenti fai da te appena viste non possono essere paragonate in toto a sistemi più costosi e “tecnici”. Certo è che possono aiutarti a migliorare situazioni acustiche non drastiche, senza investire troppo!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni