Hai deciso di dipingere le pareti di casa senza affidarti ad un imbianchino? Guarda alcune soluzioni d’effetto a prova di errore “fai-da-te”!

A tutti, prima o poi, capita di voler dare un tocco di colore a delle pareti bianche, oppure di voler cambiare quello che c’è. E, spesso, può capitare di voler fare da soli, improvvisandosi imbianchini come si può!

Se, come per ogni mestiere, affidarsi ad un professionista è sempre la strada migliore per ottenere ottimi risultati, possiamo darti una mano se hai proprio deciso. Dai un’occhiata a questi effetti alle pareti in grado di perdonare qualsiasi errore, anzi, più belli tanto più sarai impreciso!

Rullo ben in vista!

Abbiamo trattato in altri articoli le pareti bicolore, ad esempio per creare una finta testiera del letto (leggi qui se ti sei perso l’articolo!). Se l’idea di crearne una da solo ti spaventa, puoi sempre decidere di esaltare le imperfezioni. In questa soluzione, il colore viene steso utilizzando un rullo, e si vede! Infatti, una volta riempita la parte da colorare completamente, il “confine” con il bianco è creato dalle sbavature volute del rullo. Possono essere regolari, andando a creare un confine frastagliato (ottima tecnica per simulare uno skyline urbano), oppure possono essere esaltate nella loro imprecisione. Le altezze da raggiungere con il colore dipendono dall’effetto che vuoi ottenere!

photo credits Pinterest

Preciso ma non troppo!

Se ritieni che l’idea precedente crei pareti troppo industrial, puoi definire maggiormente lo stacco, ma non troppo. Non utilizzare un nastro per tirare una linea netta, col timore che sia storta. Piuttosto, definisci un limite da non superare ma seguilo con il pennello senza badare alla precisione. Attento a non creare un confine troppo netto, altrimenti le imperfezioni sembreranno errori. Prediligi invece limiti creati con il pennello semiasciutto, in modo da lasciare sbavature sbiadite. Oppure, usa il pennello perpendicolarmente al cambio di colore (come il rullo degli esempi precedenti), creando una linea frastagliata, ma in modo più soft.

photo credits Pinterest

Una chiazza rovinata!

Chi ha detto che si possano creare solo pareti bicolore in verticale oppure orizzontale? Le tecniche precedenti possono definire invece una campitura centrale ad un parete. Puoi scegliere questa strada per dare carattere ad una parete focus della stanza. Oppure puoi andare ad incorniciare un arredo particolare. O, ancora, puoi caratterizzare in questo modo una piccola porzione di superficie in corrispondenza ad una determinata funzione. Puoi scegliere se lasciare che il bianco incornici il colore o, viceversa, creare con il colore “sbavato” una cornice al bianco esistente. Sicuramente realizzerai un effetto inusuale che lascerà i tuoi ospiti a bocca aperta!

photo credits Pinterest

Effetto sfumato!

Questa soluzione, rispetto alle precedenti, può essere in realtà sofisticata se da realizzare alla perfezione. Consiste nel creare un effetto sfumato che, a partire da una tinta piena, porta il colore a diluirsi verso il bianco in modo graduale. Sicuramente d’impatto, ci sono diversi modi per realizzare quest’effetto. Puoi ricrearlo con le tecniche precedenti, andando a ridurre l’uso del colore verso il confine. In questo modo, la sfumatura è meno graduale e consiste nel lasciar intravedere il bianco sottostante. Se invece vuoi un effetto “diluito”, e hai un po’ di manualità e pazienza, partendo dalla tinta più carica, dovrai creare altri 3/4 colori più chiari, in modo da raggiungere gradualmente il bianco.

photo credits Pinterest

Non solo su fondo bianco!

Abbiamo visto quanti effetti si possono creare usando solo un colore. Se invece ne utilizzassi due o più? Anziché lavorare con un solo colore su sfondo bianco, potresti sceglierne uno diverso da dare su tutta la parete e, successivamente, creare una delle soluzioni viste con una tinta complementare (ad esempio!). Certamente ancor più particolare, potresti limitare il trattamento ad un unica parete, richiamando i colori usati in accessori e complementi. Nel caso delle sfumature, anziché creare 3 o 4 colori più chiari, potresti scegliere, come punto d’arrivo, una tonalità completamente diversa, mixando le due gradualmente man mano che si avvicinano.

photo credits Pinterest

Ti è venuta voglia di sperimentare una pittura fai-da-te su una parete? Ricorda di fare dell’imperfezione virtù, evitando l'”effetto errore”!

 

 

 

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni