Hai un “bagno cieco” buio e poco vivibile? Ecco alcuni trucchi che, nonostante l’assenza di finestre, possono aiutarti a creare la giusta luminosità!

Capita spesso, in appartamenti con più di un servizio, di dover fare i conti con un “bagno cieco”. Si tratta di vani che possono avere tutte le funzionalità di un bagno (sanitari e vasca o doccia), oppure, magari perché di piccole dimensioni, vedono limitate le proprie attrezzature.

La caratteristica che li accomuna è però quella di non avere finestre, questione risolvibile con la creazione di un sistema di aerazione forzata per il ricambio dell’aria. Ma per quanto riguarda l’assenza di luce naturale? Ecco alcuni trucchi utili a rendere luminoso e vivibile anche un “bagno cieco”!

Badare bene a colori e finiture!

Questo suggerimento è utile in realtà se devi rendere luminoso qualsiasi ambiente nel quale penetra poca luce naturale. Infatti, scegliere di utilizzare toni chiari, fa apparire lo spazio più luminoso e arioso. Ma, avendo a disposizione poca luce, è fondamentale anche tentare di propagarla il più possibile! Ecco allora che l’uso di superfici lucide, come marmi, piastrelle smaltate e mosaici, è in grado di ovviare al problema, anche nel caso in cui si decida di optare per colori più scuri e decisi. La scelta va calibrata con arredi e accessori: le finiture dei mobiletti possono essere lucide e si può pensare di dare un tocco di luce scegliendo dettagli metallici, non solo per le rubinetterie.

photo credits Pinterest

Non ostacolare la luce!

Senza illuminazione naturale e, magari, alle prese con uno spazio angusto, importantissimo è ostacolare il meno possibile la luce e la vista! Per farlo dovresti optare per superfici trasparenti ogni qual volta si presenti la necessità di dividere lo spazio. Ecco allora che un banale box doccia diventa meno impattante se lasciato trasparente e, se possibile, a filo pavimento e senza ingombranti profili. Stessa cosa vale per le suddivisioni tra antibagno e bagno. Se si ha la fortuna che il bagno sia di pertinenza di una camera da letto, si può pensare di creare tutta la parete di confine con un vetro sabbiato o decorato, che garantisca privacy. Stessa cosa si può fare con la porta di ingresso: le soluzioni presenti sul mercato sono infinite e vanno incontro a tutti i gusti!

photo credits Pinterest

Via libera ai riflessi!

Come le superfici lucide, anche quelle specchianti sono in grado di aumentare la luminosità del bagno, poiché la luce, riflettendosi, si moltiplica. Uno specchio in bagno è fondamentale, quindi, perché non optare per dimensioni importanti, che magari vanno ad occupare tutta la porzione di parete sopra il lavabo? In ambienti particolarmente piccoli, ottimale sarebbe eliminare completamente il profilo dello specchio, rendendo specchiante un’intera parete. In questo modo, l’effetto ottico creato raddoppierà lo spazio: scegliere la giusta porzione da riflettere è fondamentale per far sì che la soluzione sia realmente utile! Dai un’occhiata a questo articolo per avere qualche idea in più!

photo credits Pinterest

L’illuminazione artificiale protagonista!

In mancanza di luce naturale, tutta la responsabilità di una buona riuscita del progetto spetta all’illuminazione artificiale! Questo non significa esagerare con la luce, ma evitare di posizionarla in modo tradizionale al centro del soffitto. A seconda dell’idea di bagno che intendi ottenere, puoi scegliere apparecchi con lo scopo di creare un’illuminazione diffusa in tutto l’ambiente, oppure puntuale per evidenziare alcuni dettagli. Alcune componenti possono essere solo decorative, come tagli di luce lungo le superfici, altre più funzionali, come sospensioni vicine allo specchio. Il progetto della luce è fondamentale per rendere piacevole vivere l’ambiente e, allo stesso tempo, per catturare l’attenzione a discapito di quella dedicata ai “difetti” di un bagno cieco.

photo credits Pinterest

Creare “finestre” luminose!

All’interno del progetto di illuminazione, puoi simulare l’ingresso della luce del sole da un finto lucernario! Esistono infatti in commercio pannelli led di forma quadrata o rettangolare che, installati a soffitto, sono in grado di far percepire in modo completamente diverso l’ambiente. La scelta di questa opzione deve certamente essere affiancata da un progetto di illuminazione che ne favorisca l’effetto. Se si ha la possibilità di sfruttare controsoffittature, anche minime, puoi decidere di creare “cascate di luce” in prossimità di pareti che vuoi enfatizzare. Potrebbe trattarsi della parete di fondo del bagno, oppure di quella adiacente alla zona doccia o vasca. E la mancanza di una reale finestra non verrà più percepita!

photo credits Pinterest

Stai decidendo come arredare un “bagno cieco” ma non sai proprio da dove partire? Non lasciare che diventi un vano di serie B! Affidati ad un servizio di Made with Home!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni