La parete dietro il tuo divano è vuota e non sai come riempirla? Dai un’occhiata a questi spunti!

Il divano, arredo principale del soggiorno, può essere posizionato in diversi modi all’interno del salotto. A seconda degli spazi e dei passaggi disponibili, può trovar posto al centro della stanza, oppure può andare a riempire l’angolo della stanza.

Nella maggior parte dei casi, però, viene addossato ad una parete del soggiorno. Seppur si tratti di un elemento abbastanza imponente, non è sufficiente a dare un senso alla parete contro cui si poggia. Ecco allora che diventa necessario pensare a come decorarla per non farla sembrare “vuota”!

I quadri risolvono sempre il problema!

Cosa c’è di più adatto per riempire una parete vuota se non appendere dei quadri? L’importante è sapere in che modo e non creare confusione. Per uno spazio minimal ed essenziale, anche solo una grande tela è sufficiente a cambiare completamente il salotto. Oppure puoi optare per più stampe di dimensioni differenti, che possono riprendere nei dettagli un colore usato negli accessori, ad esempio per i cuscini. Altra alternativa, molto in voga al momento, è quella di utilizzare una mensola per quadri proprio sopra il divano. La profondità ridotta non dà alcun fastidio (non rischierai di picchiare la testa!) e non dovrai riempire la parete di fori. In questo articolo puoi trovare alcuni suggerimenti per creare questi ed altri effetti con i quadri, non solo sopra il divano!

photo credits Pinterest

Una parete ad hoc!

Se hai voglia di creare una parete super personalizzata mettendo in conto delle piccole opere, puoi utilizzare il cartongesso. Le possibilità sono davvero tante! Puoi, ad esempio, spostare in avanti il divano per andare a ricreare una lunga mensola d’appoggio. Se nelle vicinanze c’è anche l’ingresso, può servire anche da svuotatasche. Oppure puoi realizzare una libreria a giorno, chiusa nella parte bassa dove poggia il divano. O ancora, puoi dare profondità a questa parete andando a creare tutto intorno un “portale” in cartongesso, con all’interno delle nicchie d’appoggio che possono sostituire il classico tavolino. Questa soluzione si adatta perfettamente ad alcune situazioni in cui il soggiorno presenta travi, pilastri o nicchie che si vogliono mascherare. Non hai una parete “dritta” su cui addossare il divano? Intervieni con il cartongesso per sfruttare al meglio queste problematiche e, al contempo, personalizzare la parete!

photo credits Pinterest

Arredo dietro arredo!

Chi ha detto che dietro il divano non puoi posizionare un altro arredo? Puoi ad esempio riempire la parete con una grande libreria a tutta altezza, che da terra arriva fino a soffitto. Puoi ottenere così un effetto simile a quello che otterresti con alcune soluzioni in cartongesso, senza mettere in conto alcuna lavorazioni. A seconda della scelta che intendi fare, dovrai valutare se staccare il divano dalla parete o se lasciarlo addossato. L’importante è che ciò che decidi di posizionare sul retro non perda di funzionalità , diventando solo un elemento decorativo di sfondo! Non solo librerie, ma anche mensole e moduli contenitori sospesi, da dislocare solo nella parte alta. Oppure una madia che, anziché essere centrata, può occupare un lato della parete, abbinata magari ad un quadro.

photo credits Pinterest

Una parete particolare!

Se la parete dietro il divano non è semplicemente in muratura ma è decorata, può essere un’ottima idea lasciarla vuota: il decoro saprà fare il resto! Puoi, ad esempio, utilizzare un rivestimento con un materiale che riprende lo stile della casa. Se hai optato per l’industrial, una parete in mattoni a vista è più che sufficiente. Se invece hai già utilizzato alcuni rivestimenti materici o tridimensionali, come boiserie o listelli in legno, riprendere l’effetto in soggiorno solo su questa parete farà la differenza. Non servirà aggiungere accessori, quadri, mensole o altro. Per ottenere il risultato dovresti riproporre lo stesso decoro solo in alcuni punti strategici della casa, come dietro la testiera del letto, o sulla parete che fa da sfondo al tavolo da pranzo. In caso contrario diventerà tutto eccessivo, mandando in fumo l’obiettivo!

photo credits Pinterest

Solo con il colore!

Lo stesso discorso vale nel caso in cui la parete dietro il divano è connotata da un colore. Puoi scegliere un divano anch’esso colorato, di una tinta complementare a quella del muro. Il colore può anche essere abbastanza se il divano ha un design estroso che si fa notare da sé! Per un effetto minimal, il colore della parete può anche essere neutro, reso però particolare da un effetto più materico. Una parete in cemento (o trattata in modo da sembrare tale) è perfetta per questo stile! Se invece vuoi osare di più e mettere in conto di investire più soldi, puoi scegliere una carta da parati da usare solo dietro il divano. Il mondo delle carte da parati è molto vasto (ne abbiamo parlato qui), e avrai l’imbarazzo della scelta!

photo credits Pinterest

Pensi che questi suggerimenti possano tornarti utili per dare personalità alla parete dietro il tuo divano? Se ti servono altri spunti o vuoi una mano in più, fai lo Style Quiz di Made with Home per capire meglio cosa fa al caso tuo!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni