Stai scegliendo le sedute per il tuo tavolo da pranzo? Seguendo questi consigli, potrai optare per un mix di sedie differenti!

Se sei alle prese con l’arredo della zona pranzo, che sia in cucina oppure nel soggiorno, oltre al tavolo, avrai sicuramente pensato alle sedute. E, quasi certamente, ti starai orientando per sceglierne una.

Se invece prendessi in considerazione l’idea di utilizzare sedie differenti? Ci sono diversi modi per mettere in pratica questa soluzione, ecco quali sono!

Soluzione soft a capotavola!

Quando il tavolo è rettangolare oppure ovale (comunque allungato), puoi scegliere sedie differenti da posizionare a capotavola. Questa soluzione toglie di mezzo molte difficoltà nella scelta. Infatti, moltissimi modelli di seduta presentano una variante più ridotta ed una più ingombrante. La maggiorate delle volte, la versione a poltroncina si distingue per la presenza di braccioli, che la rendono più comoda. In altri casi, anche per l’imbottitura. Puoi decidere, altrimenti, di scegliere due pezzi differenti anche nel colore, magari più eccentrico di quello usato per le altre sedie!

photo credits Pinterest

Stessa sedia ma colori diversi!

Per creare un mix più pronunciato, sempre senza rischiare di fare troppi danni, ecco l’idea perfetta! Consiste nello scegliere un unico modello di sedia, ma in differenti colori. Da due a più varianti, puoi mantenerti su tonalità neutre, oppure usare colori tenui per la maggior parte delle sedie e dare un tocco vivace solo su pochi pezzi. Il colore più vistoso potrebbe essere ripreso nelle decorazioni e negli accessori della stanza. Se non sei sicuro di voler sempre sott’occhio questo “stacco”, le sedie colorate possono essere quelle aggiuntive, da usare solo quando hai ospiti!

photo credits Pinterest

Un solo stile in tonalità neutre!

Da questo punto in poi, devi prestare molta attenzione a non sbagliare, altrimenti gli abbinamenti potrebbero creare confusione! Infatti, la terza soluzione consiste nel mischiare sedie appartenenti allo stesso stile, ma diverse nella forma. Puoi semplificare il tutto mantenendo colorazioni neutre. Ad esempio, se opti per lo stile scandinavo, le sedie saranno tutte in legno naturale, con qualche tocco di bianco. Oppure, puoi scegliere solo sedie con la struttura in metallo cromato, giocando con la colorazione della scocca. Lo stile farà da fil rouge, impedendo l’effetto caos!

photo credits Pinterest

Diversi modelli ma stesso colore!

Se prima il filo conduttore che creava armonia era lo stile, questa volta è il colore. In questo caso puoi sbizzarrirti nella scelta di modelli molto differenti tra loro, per struttura, scocca, materiale, finitura…purché il colore sia uno solo!  Se opti per toni neutri, come il nero, il bianco o il grigio, esalta al massimo la differenza nella forma, senza nemmeno lasciare due sedie uguali tra loro. Se invece scegli un colore sgargiante, che si fa notare da solo, puoi anche ipotizzare di ridurre la differenziazione dei modelli!

photo credits Pinterest

Mix totale!

Infine, ecco la soluzione più variegata di tutte. Consiste nel mixare stili, modelli e colori, senza alcun filo logico, se non il buon gusto! Anche in questo caso, se ti limita e tonalità neutre, escluderai già una buona probabilità di fare cattive scelte! Inserendo il colore, invece, il consiglio è quello di non sceglierne più di due, che saltino all’occhio rispetto alla palette di fondo. Come sempre, è bene che i colori utilizzati richiamino in qualche modo la stanza, trasformando le sedie in oggetti, oltre che funzionali, decorativi!

photo credits Pinterest

Avrai notato come l’idea di utilizzare sedie differenti possa rendere molto più “vivace” una sala da pranzo. Ma ti sarai anche accorto di come possa essere semplice sbagliare! Se ti serve aiuto, rivolgiti a Made with Home!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni