Non hai mai pensato allo sgabello come alternativa alla sedia? Ecco in quanti modi (anche insoliti) puoi utilizzarlo!

Quando pensi ad una seduta da abbinare ad un tavolo, molto probabilmente ti verranno in mente svariate tipologie di sedie. Ma esiste anche un’alternativa, ossia lo sgabello!

Da quelli alti da bar, alle vie di mezzo, fino a quelli alti proprio quanto una sedia, con o senza schienale, girevoli o fissi…le tipologie tra cui scegliere sono tante. Ecco in quali casi vale la pena utilizzare uno sgabello (non solo per sedersi)!

Per distinguere la penisola…

Il caso più comune in cui si scelgono degli sgabelli al posto di sedie è sicuramente quando si ha a che fare con una penisola in cucina. Specialmente quando questa non rappresenta l’unico tavolo della casa, e soprattutto in open space, scegliere questa strada consente di fare una distinzione di funzionalità. La penisola può diventare il tavolo “da tutti i giorni”, mentre sedie e poltroncine vengono riservate agli ospiti nella sala da pranzo. Ecco allora che, per sottolinearne la differenza (anche visivamente), è meglio optare per sgabelli alti!

photo credits Pinterest

…oppure per un banco snack!

Ma la stessa cosa può valere quando la cucina è molto piccola ma serve un piccolo appoggio, anche solo per fare colazione. Sempre per dare dinamicità all’ambiente, meglio scegliere la variante di sgabello più alta, posizionando quindi il banco snack tra i 90 ed i 110 cm. Nella scelta del modello, va assolutamente preso in considerazione l’utilizzo che se ne intende fare. Infatti, se intendi usare frequentemente e per tempi prolungati questo genere di seduta, meglio optare per le soluzioni con schienale, decisamente più comode!

photo credits Pinterest

Al posto del comodino!

Hai mai pensato di inserire uno sgabello in camera da letto? Puoi sicuramente farlo usandolo come seduta di un angolo studio, oppure per rendere funzionale una toeletta. Ma se invece lo utilizzassi come comodino? In questo caso, perdendo completamente la funzione di seduta, non servono schienali e poggiapiedi, mentre possono essere utili ripiani sotto la seduta, da sfruttare per poggiare libri o altro. Puoi sceglierne uno alto a contrasto con un comodino classico, oppure simulare veri comodini optando per quelli alti 40 cm.

photo credits Pinterest

All’ingresso o altrove!

Se in camera da letto uno sgabello può assolvere alla semplice funzione di appoggio, può fare lo stesso in giro per casa. Ad esempio, perché non utilizzare proprio questo complemento d’arredo per decorare una stanza con piccole piante o decorazioni? Oppure può andare a sostituire una panca all’ingresso (ne abbiamo parlato qui), da usare per mettersi le scarpe comodamente! Puoi decidere di accostarne anche più di uno di altezze differenti per dare n senso ad un angolo della casa.

photo credits Pinterest

Anche in bagno!

Un ambiente insolito in cui uno sgabello può trovare spazio è il bagno. Se hai una vasca da bagno a disposizione, questo elemento può diventare molto utile per poggiare candele profumate, prodotti o altro, specialmente nel caso di vasche freestanding, che non hanno alcun perimetro in muratura da sfruttare. Ma lo sgabello può essere anche decorativo, per appoggiare, ad esempio, gli asciugamani per gli ospiti ben arrotolati. Ma può essere comodo anche per sedersi mentre ci si prende cura del proprio corpo!

photo credits Pinterest

Hai visto in quanti modi può tornare utile uno sgabello? Queste sono solo alcune idee, ma le possibilità sono molte e Made with Home potrà aiutarti a trovarle!

 

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni