Di lavabo per il bagno non ce n’è uno solo! Ecco le varianti che devi valutare attentamente prima di scegliere.

Se lo specchio in bagno ha un ruolo molto importante (ne abbiamo parlato in questo articolo), ancora più fondamentale è quello del lavabo! È infatti strettamente legato al mobile del bagno: di conseguenza diviene il fulcro principale della stanza.

Seppur sia bene che le sue linee seguano quelle dei sanitari, il lavabo può assumere un carattere tutto suo. I materiali, le forme ed i colori disponibili sono moltissimi, ma, ancor prima, dovresti scegliere la tipologia che fa per te!

Incassato nel mobile!

La tipologia più diffusa consiste nell’incassare il lavabo nel mobile bagno. In questo modo, la vasca “scompare” totalmente, rendendo anche più semplice la pulizia. Non hai bisogno di spazio eccessivo, in quanto il lavabo occupa l’ingombro del mobile bagno. Il top è forato ed il lavabo viene montato sotto piano. Devi solo tenere presente che il vano sottostante non sarà utilizzabile al 100%. La vasca può anche essere integrata e costituita dallo stesso materiale del top che viene curvato e piegato. Oppure, se opti per una mensola di un certo spessore, puoi “scavare” il lavabo al suo interno. I costi di questa lavorazione possono essere però elevati, a seconda del materiale che hai scelto. Inoltre, per un risultato estetico piacevole, il più delle volte occorre limitare lo spessore della vasca.

photo credits Pinterest

In appoggio sul top!

Scegliere un lavabo in appoggio significa dare tutto il risalto alla vasca che viene, appunto, poggiata sul mobile bagno. Il materiale del top non vincola quindi in alcun modo quello della vasca, anzi, è spesso bene che se ne discosti totalmente. Le forme disponibili sul mercato sono infinite, dalle più razionali alle più tondeggianti, da quelle estreme di puro design a quelle che richiamano i “catini” di una volta. Ciò che devi assolutamente considerare se scegli questa tipologia sono le rubinetterie. L’altezza della vasca, che sporge completamente dal top del mobile sottostante, implica la necessità di un rubinetto molto alto, oppure da parete. Solo alcuni modelli di lavabo di questo tipo presentano lo spazio necessario al posizionamento del rubinetto direttamente sul bordo della vasca.

photo credits Pinterest

Una via di mezzo!

Se scegli un lavabo semi incassato, lo spazio della vasca all’interno del mobile viene meno compromesso, proprio perché una porzione di questa fuoriesce dal top. Ciò che invece probabilmente ne risente è la pulizia, mentre i rubinetti possono essere perlopiù standard. Questa soluzione può essere utile in casi particolari in cui occorre trovare un compromesso tra effetto estetico e posizionamento degli attacchi. In altri casi, il lavabo risulta invece a sbalzo: oltre ad essere parzialmente incassato in altezza, sporge in avanti rispetto al mobile lavabo. Questo design può risolvere anche dei problemi di spazio. Infatti, se non hai lo spazio necessario in profondità per tutto il mobile contenitore, ma vuoi una vasca di misure standard, sceglierla a sbalzo risolve ogni problema!

photo credits Pinterest

Sospeso!

Scegliere un lavabo sospeso significa prediligere l’estrema essenzialità, senza perdere in funzionalità. Certamente anche la pulizia ne giova. Un difetto però potrebbe consistere nella necessità di realizzare anche un mobile contenitore che, per non rendere vana questa tipologia di lavabo, non deve essere posizionato al di sotto della vasca. Questa scelta deve perciò essere fatta tenendo bene conto degli spazi a disposizione. Con questa tipologia di lavabo il sifone rimane a vista. Può andare a rimarcare uno stile d’arredo, oppure abbinarsi per colore e finiture ad altri dettagli della stanza. In questo modo, anziché essere un elemento da nascondere, diventa accessorio da mostrare.

photo credits Pinterest

Da terra!

Il lavabo da terra richiama il tradizionale lavabo a colonna, costituito da una vasca sospesa con una “colonna”, appunto, che va a coprire fino a terra sifone e tubature. I lavabi da terra di oggi, però, non hanno nulla a che vedere con quelli del passato. Sono veri e propri oggetti di design, spesso monolitici, che diventano protagonisti del bagno. Questi lavabi “totem” si adattano a stanza molto spaziose, anche perché non presentano la possibilità di integrare vani contenitore. La loro particolarità li rende meno “visti” in ambienti residenziali, se non super lusso! Una rivisitazione soft del lavabo da terra, consiste nel poggiare la vasca su un mobile contenitore aperto, che fa da piedistallo e da mensola di appoggio. Il sifone rimane a vista ma può essere abbinato alla struttura, adattandosi perfettamente ad alcuni stili di arredo.

photo credits Pinterest

Una volta scelto tra le diverse tipologie, devi decidere materiale, colore e finitura. Hai bisogno di una mano per orientarti tra la marea di proposte del mercato? Non sai quale lavabo si adatta meglio al tuo stile? Fai lo Style Quiz di Made with Home e scoprilo con noi!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni