LOADING...

5 idee alternative alla testiera del letto!

Quando si è alle prese con la progettazione della camera da letto, uno dei primi quesiti che ci si pone è proprio relativo alla scelta del modello del protagonista della stanza, il letto! Sollevato da piedini o con sommier imbottito che arriva fino a terra? Leggero e minimal oppure nella soluzione salvaspazio con contenitore sottostante? Dalle forme lineari e squadrate oppure più tondeggiante e avvolgente? Infine rimane da scegliere la parte maggiormente visibile e di impatto all’interno di una camera…la testiera del letto! In questo articolo vi diamo alcuni spunti per non doverci pensare…o meglio, per ovviare al problema in modo alternativo!

 

Una linea di immagini!

In un ambiente semplice e sobrio, una soluzione davvero carina ma, allo stesso tempo, semplice ed economica, consiste nel ricreare la linea immaginaria che andrebbe a tracciare una testiera, con delle immagini. Si procede fissando al muro una mensola da quadri (decisamente meno profonda di una normale mensola!) a circa 50 cm dal materasso, allineata in larghezza con l’ingombro del letto, oppure più lunga. In appoggio a questa possono essere disposti quadri e fotografie incorniciati, senza pericolo di battere la testa quando ci si alza! L’effetto è assicurato e la semplicissima soluzione total white con contrasti neri (simile alle immagini sotto) ne è la prova!

   

 

Una testiera bidimensionale!

Sempre di più si trovano in internet stickers da muro utili a decorare le stanze senza dover intervenire in modo più sostanzioso con la pittura…e proprio gli stickers vengono in nostro soccorso per andare a creare testiere completamente bidimensionali! Ce ne sono di ogni tipo: da quelli simili a disegni fatti a mano, a quelli che in modo alternativo possono essere usati dietro ad un letto, seppur senza riferimenti palesi (come quelli rappresentanti skyline di città), fino a quelli che copiano fedelmente le reali testiere! Insomma, l’idea è quella di tracciare in qualche modo l’area solitamente occupata da questa parte del letto che manca…e se ci stufiamo, con questo sistema è un attimo cambiare!

     

 

Solo un cambio di colore!

Di recente abbiamo già parlato di come la pittura, usata in modo inusuale, possa andare a cambiare totalmente uno spazio (qui l’articolo completo!). Ecco come, la porzione bassa della parete, connotata da un colore, può diventare essa stessa testiera per un letto che ne è privo! Basta infatti ricreare una linea alla giusta altezza (più o meno come quella a cui posizionare la mensola da quadri) per dare l’idea di un letto “completo”. In questo caso, l’ideale è far proseguire la fascia di colore lungo tutta la parete su cui è addossato il letto, senza interromperla ai lati (cosa che renderebbe “fittizio” l’effetto).

      

 

Un rivestimento extra-large!

Se l’idea della fascia di colore ci piace, ma non ci convince la sua bidimensionalità, ecco un’alternativa un po’ più costosa ma meno “impalpabile”! Si può infatti andare a ricreare, sulla parete contro cui poggia il letto, un rivestimento vero e proprio (in legno, imbottito, rustico, rifinito, l’importante è che sia in linea con la stanza!) che, seppur indipendente dal letto, ne diventi testiera. Anche in questo caso è meglio che la larghezza occupi, se non l’intera parete, almeno l’ingombro dei comodini, con un effetto di ampliamento della camera. L’idea in più è quella di integrare i comodini stessi nel rivestimento, facendoli appoggiare a terra oppure appendendoli a quest’ultimo!

      

 

A tutt’altezza!

Se la variante precedente andava ad allargare, per un effetto ottico, la stanza, questa la renderà sicuramente più slanciata in altezza! Si tratta di creare lo stesso rivestimento, usando materiali, finiture e decorazioni che creino armonia con il resto dell’arredo, ma, questa volta, lungo l’altezza della parete su cui il letto poggia. In questo caso, il risultato ottimale si ottiene facendo coincidere il rivestimento con l’ingombro del solo letto, comodini esclusi! Se si vuole enfatizzare ancora di più la scelta, si può pensare di far proseguire la fascia decorativa anche a soffitto: l’ultima immagine, grazie alla linearità e semplicità delle doghe in legno, mostra come si possa caratterizzare la stanza senza esagerare!

      

 

Per completare un letto senza testiera, indipendentemente dalla scelta di una di queste idee, l’utilizzo di una doppia coppia di guanciali e cuscini decorativi è sicuramente fondamentale!

 

 

Photo Credits_Pinterest