LOADING...

Dettagli metallici che danno luce alla casa!

Nella scelta di arredi, complementi e accessori, tendiamo facilmente a scartare il metallo come materiale e finitura. L’eccezione che invece appare più spesso si traduce in acciaio, cromato o satinato, oppure in metalli dalle finiture laccate, che siano lucide o opache. Pensiamo ad esempio alle rubinetterie, alle strutture di tavoli, sedie e sgabelli, o ancora, al termoarredo dei bagni fino alle maniglie delle porte interne…quanti prenderebbero in considerazione soluzioni alternative? Eppure, sempre di più progettisti e designer del prodotto tendono ad integrare metalli dai toni differenti, dall’oro più sgargiante alla sua versione soft dell’ottone, dal rosa del rame al caldo bronzo! Ecco allora qualche spunto in grado di far cambiare idea anche a chi proprio a questi materiali non aveva mai pensato!

 

L’oro…prezioso ma non per forza sfacciato!

A qualcuno, solo pensando di inserire delle finiture dorate all’interno di casa, potrebbe accapponarsi la pelle! Ma chi l’ha detto che “oro” debba necessariamente essere sinonimo di “sfarzoso”, “pettinato” o, peggio, “di cattivo gusto”? Certo, trattandosi di una finitura abbastanza eccentrica, sapersi dosare è sicuramente necessario per evitare disastri…ma per cogliere la luce di questo metallo non serve molto, alcuni dettagli sono sufficienti! Il nero è un colore che ne esalta le proprietà: se usato in modo preponderante può creare ambienti chic e sofisticati, mentre, se smorzato con toni più chiari e altri materiali (come il legno) può creare ambienti freschi e giovani, ma con un tocco un più! Se invece si intende osare (ma il contesto lo deve permettere!), far predominare le finiture dorate è la strada giusta…ma addio sobrietà!

      

 

Ottone, variante soft dell’oro!

Meno giallo dell’oro e più soft, anche perché usato molto spesso nella variante satinata, l’ottone si presta a dare luce alla casa anche dei meno coraggiosi! Inoltre, forse per il fatto che non viene assimilato all’idea di preziosità, assume un carattere più maschile rispetto all’oro, adattandosi ai più svariati contesti. Porre un limite al suo utilizzo risulta comunque importante: dettagli di arredi, apparecchi luminosi, decorazioni, accessori…questi bastano a dare luce alla casa! Inoltre, il suo ampio utilizzo anche nella versione anticata, lo rende perfetto per ricreare ambienti dal sapore vintage…che ne dite del bagno con specchiera profilata in ottone e con struttura del mobile lavabo, pomelli e rubinetterie nella stessa finitura?

      

 

Un tocco di rosa rame!

Dei metalli trattati in questo articolo, sicuramente il rame rappresenta quello che, per il suo colore caratteristico, necessita un abbinamento più accurato per potersi integrare nell’arredo! Infatti, si presenta di un colore rosa impossibile da trascurare, specialmente nella variante lucida! Per questo motivo, spesso nei complementi e negli accessori che fanno da contorno a questa scelta, si cerca di riprendere il colore rosa insieme a colori neutri…la colorazione del rame, infatti, assume il ruolo di protagonista, e tutto il resto deve assecondarla, oppure fare da sfondo in toni neutri! Anche per il rame viene spesso usata la finitura anticata, che spicca ad esempio sul grigio scuro della doccia qui sotto! Forse è il metallo più difficile da “mandar giù” se non piace, ma se correttamente abbinato può dare ottimi risultati!

      

 

Bronzo, non solo al terzo posto!

Al contrario del rame, proprio per la sua colorazione vicina ai toni del marrone, il bronzo è forse il metallo che, specialmente nelle varianti satinate e anticate, può adattarsi meglio a più contesti. Proprio per questo motivo, può essere senza problemi applicato a superfici maggiori o ad elementi centrali della casa (ne è un esempio la scala qua sotto). Non presenta toni così sgargianti da condizionare la scelta di materiali e colori per gli elementi attorno e, nella versione satinata e anticata, permette di ricreare molto bene lo stile industrial molto in voga in questi anni!

      

 

 

Photo Credits_Pinterest

 

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni