Stai pensando ad arredare una mansarda? Devi assolutamente considerare queste soluzioni per sfruttare anche i punti più bassi!

Molte costruzioni sfruttano il sottotetto per ricavare appartamenti con un secondo piano annesso al sottostante, oppure immobili interamente mansardati. Il fascino di questi spazi è sicuramente dato dalla conformazione del soffitto, spesso con travi a vista.

La peculiarità delle mansarde costituisce però anche una problematica in fase di arredo. Infatti, ad eccezione dei sottotetti molto alti, le pareti perimetrali hanno altezze tali per cui diventa difficile sfruttarle al meglio. Sei in procinto di arredare una mansarda? Ecco alcuni spunti per riuscire ad utilizzarne ogni parete!

Altezze minime da seduti…

Da seduto non ti serve certamente tutto lo spazio in altezza che necessiteresti stando in piedi. Ecco allora che addossare alle pareti più basse elementi d’arredo da utilizzare in questa posizione può rappresentare un’ottima soluzione! Un divano, ad esempio, può essere appoggiato contro il punto più basso creato dalla falda del tetto. Bastano circa 90 centimetri, perché la profondità di schienale e seduta impedirà di sbattere la testa per utilizzarlo! Qualche centimetro in più serve invece per addossare i sanitari, meno profondi quindi da utilizzare più a ridosso della parete. Cosa ne dici poi di un angolo relax, dove leggere un buon libro o ascoltare della musica in tranquillità? Sarà ancora più accogliente se realizzato proprio nei punti più bassi: l’effetto “rifugio” è assicurato!

photo credits Pinterest

…o da sdraiati!

Questo discorso è ancor più calzante per tutti gli arredi che vengono utilizzati da sdraiati. Certamente devi tenere conto dei movimenti necessari a farlo, ma le altezze necessarie si riducono ulteriormente. Ecco che un letto matrimoniale può avere la testiera addossata proprio alla parete più bassa della stanza. Nel caso di un letto singolo, invece, si può pensare di posizionare il lato lungo sotto la falda. Creerai così una zona notte ancora più intima, sfruttando solo la conformazione del soffitto! Un’altra idea può essere quella di dedicare il punto più basso della mansarda alla vasca da bagno. Che sia essa murata oppure freestanding, in sé misura circa 70 centimetri: basta calcolare, in base alla pendenza, lo spazi necessario ad entrarvici ed il gioco è fatto!

photo credits Pinterest

Piani alla giusta altezza!

Quando si parla di tavoli & Co. non si può improvvisare con l’altezza! Dai tavoli standard alti all’incirca 73 centimetri, si può salire ai 90 centimetri dei piani da usare con sgabelli bassi oppure arrivare ai 110 centimetri da utilizzare con sgabelli alti (tipo bar). A seconda dell’altezza a disposizione e della pendenza della falda, puoi decidere di addossare alla parete, ad esempio, un tavolo da pranzo. Perfetta in presenza di un lucernario, la soluzione di dedicare un punto basso della mansarda alla zona studio è ottimale. Con la luce naturale frontale otterrai anche il giusto comfort visivo. In generale, per scegliere la profondità del piano o l’orientamento del tavolo, devi tener presente l’angolo che si va a formare con il soffitto. In questo modo potrai capire se l’incontro tra i due ne limiti la fruibilità oppure no!

photo credits Pinterest

Profondità più che altezza!

Hai già capito che la fruibilità di una parete bassa dipende molto da quanto ci si discosta da questa con gli arredi. Più un elemento è profondo, più ci si allontana dal muro per utilizzarlo, più l’altezza necessaria di riduce! Ecco allora che in un bagno, oppure in una lavanderia, può essere una scelta ideale dedicare questi spazi a lavatrice e asciugatrice, elettrodomestici indispensabili ma spesso fastidiosi e difficili da collocare. I moduli di una cucina hanno pressoché la stessa profondità: per questo motivo anche addossarla ad una parete bassa (120 centimetri bastano per renderla funzionale!) è un ottima idea! Che ne dici altrimenti di tutti quei mobili che non hanno bisogno di grandi altezze? Librerie, mobili tv, cassettiere e madie non risentiranno in alcun modo di questa collocazione!

photo credits Pinterest

Su misura tutto è lecito!

Si sa: scegliere di affidarsi ad elementi creati appositamente su misura risolve più o meno tutti i problemi! Questa non è l’unica soluzione, anche perché implica quasi sempre una spesa economica superiore, ma deve essere assolutamente presa in considerazione. Una volta applicate le idee precedenti per arredare il resto della mansarda, ecco che si può decidere di progettare ad hoc qualche pezzo per stanze particolari. Una cabina armadio, ad esempio, può ricavare molto spazio contenitivo in più se si decide di realizzarla in modo da assecondare la falda del soffitto. E anche l’estetica ne guadagnerà! Oppure in bagno, una doccia può avere box (ma non solo!) inclinato come il soffitto, in modo da garantirne un agevole utilizzo, evitando l’effetto “scalino” con il soffitto.

photo credits Pinterest

 

Pensi che queste idee possano risolvere tutte le tue difficoltà nell’arredare una mansarda? Se hai ancora dubbi, o questi esempi non fanno al caso tuo, non devi far altro che rivolgerti a Made with Home!

 

Non perdere altro tempo

Fai lo style quiz per capire il tuo stile di interni