logo-mini

Il cartongesso…non solo per le pareti!

Il cartongesso…non solo per le pareti!

Il cartongesso, che si presenta sotto forma di pannelli in gesso rivestiti da ambo i lati con fogli di cartone, viene sempre più impiegato nell’edilizia moderna. La semplicità di posa che lo caratterizza, nonché il costo ridotto, lo rende ormai protagonista negli interventi di edilizia “a secco” (banalmente, che non richiedono l’utilizzo di acqua, collanti o sigillanti per l’assemblaggio). A seconda delle necessità, le lastre di cartongesso possono essere completate con l’inserimento di elementi aggiuntivi che le rendono ignifughe, idrorepellenti, isolanti dal punto di vista acustico, ecc..
Oltre a tutte queste proprietà, dal punto di vista estetico, quella più rilevante, è sicuramente la possibilità di modellare le lastre facilmente. Si può creare ogni sorta di forma, persino curve e colonne…perciò, via libera alla fantasia! Ecco alcuni esempi di utilizzo del cartongesso in alternativa all’arredo, per risolvere problematiche o semplicemente per decorare l’ambiente!

 

Multifunzionalità con le pareti attrezzate!

Con il cartongesso è possibile realizzare pareti attrezzate, ossia pareti che sono in grado di accogliere elementi e funzioni differenti. Quelle in commercio più comuni riguardano la zona tv: si tratta di mobili in cui all’alloggio per il televisore sono affiancati contenitori, mensole e librerie. Perché non pensare allora di studiare una parete “ad hoc” usando proprio il cartongesso? Gli ambienti in cui può essere inserita sono vari. Può ad esempio accogliere un camino moderno in salotto, oppure può andare a creare mobili a giorno nella stanza da bagno, in grado di permettere il fissaggio del lavabo! Si può optare per soluzioni interamente in cartongesso oppure, le nicchie ottenute, possono essere impreziosite da inserti in altri materiali (ad esempio, mensole in legno), o da rivestimenti particolari sul fondo.

      

 

Ribassamenti, velette & Co.!

Oltre alle pareti interne, l’idea di cartongesso rimanda immediatamente a tutto ciò che viene creato a soffitto. I motivi per ricorrere a velette e ribassamenti possono essere vari: dalla necessità di nascondere gli impianti, all’esigenza di creare alloggi per gli apparecchi luminosi. E ancora, dalla semplice decorazione per rendere il soffitto più dinamico, all’identificazione di uno spazio preciso della casa. Il cartongesso riesce a venire incontro a tutte queste esigenze! Può nascondere strip led per ottenere particolari effetti di luce, o consentire l’aggiunta di faretti che non erano stati previsti. Può essere utilizzato come ribassamento di un anticamera oppure un ingresso, divenendo allo stesso tempo mensola o piccolo deposito ispezionabile tramite una botola. Oppure, come mostra la terza immagine, può andare a delimitare una funzione particolare all’interno di un open space, senza ricorrere a divisori verticali…insomma, le idee sono infinite!

      

 

Cartongesso anche in camera da letto!

Anche in camera da letto il cartongesso può assumere un ruolo decisivo! La parete focus, solitamente corrispondente a quella su cui poggia la testiera, può diventare parete attrezzata, in grado di integrare l’illuminazione nonché comodini e mensole. In caso di camere molto ampie, un setto divisorio può, da un lato svolgere esso stesso la funzione di testiera, mentre dall’altro separare la zona da una cabina armadio o da un bagno annesso alla camera. Se abbiamo optato per un letto senza testiera, andare a ricreare una mensola in cartongesso lungo tutta la parete può assolvere questa funzione, impreziosendo la stanza!

      

 

Divisori e librerie rendono dinamico lo spazio!

Tornando alla funzione più “scontata” del cartongesso (quella di creare pareti), ci sono varianti interessanti e decorative che possono fare al caso nostro. È il caso del progetto della villetta a schiera di Saronno (visibile nella prima immagine), in cui un “portale” in cartongesso, con annessa una libreria, va a connotare con il colore la casa, delimitando l’area cucina dal salotto senza dividere fisicamente. Le possibilità di creare divisori permeabili e decorati con questo materiale sono molteplici. Le pareti possono essere progettate e disegnate nel dettaglio, magari inserendo lastre in vetro oppure elementi di altri materiali, per rispondere ad ogni esigenza!

      

 

Dal prettamente utile allo stravagante!

In alcuni casi, l’utilizzo di strutture in cartongesso permette di risolvere piccole problematiche. Ad esempio, al posto di posizionare un’armadiatura a ridosso di una parete, può essere utile inglobarla in una controparete in cartongesso, in modo da rendere lineare lo spazio, in questo modo più sfruttabile. Altre volte, invece, la scelta di questa lavorazione viene fatta per dare libero sfogo alla fantasia: una cantina vini “a bolle” o una scaffalatura dinamica sono solo due esempi di come il cartongesso possa assecondare i gusti di tutti, permettendo una massima personalizzazione!

      

 

Dalle soluzioni più semplici a quelle più “artistiche”, affidarsi ad un professionista del mestiere garantirà ottimi risultati!

 

 

Photo Credits_Pinterest

 

 


Comments are closed.