LOADING...

Come usare gli specchi per decorare un ambiente!

Spesso gli specchi rappresentano una valida soluzione per decorare una parete. Indipendentemente dalla stanza in cui ci si trova, si può trarre vantaggio dall’appendere uno specchio. Si ottiene luminosità grazie alla luce riflessa, si può ampliare visivamente lo spazio e, in fin dei conti, ci si può specchiare! Tralasciando la vasta gamma di specchi da appendere nelle classiche forme ad incorniciati in modo più o meno originale, scopriamo delle varianti più interessanti!

 

Specchi rettangolari, quadrati, rotondi…ma non solo!

Seppure siamo abituati ad immaginare gli specchi come elementi dalle forme classiche, regolari e, al massimo, con gli angoli arrotondati, non deve essere per forza così! A seconda della situazione, può essere invece opportuno optare per forme particolari. Lo si può fare perché attirino l’attenzione, perché si integrino meglio all’arredo circostante o, semplicemente, per far sì che si adattino maggiormente alla porzione di parete che si ha a disposizione.

 

Senza appenderli!

Uno dei motivi per cui a volte si temporeggia prima di decidere di appendere qualcosa a parete, riguarda il fatto di dover “bucare” il muro! Tenendo presente che gli specchi hanno anche un certo peso e (per chi ci crede!) è bene evitare che si rompano, la soluzione può essere quella di poggiarli semplicemente a terra. In questo modo non c’è limite alle dimensioni e, mettendoli inclinati nel modo corretto, non si rischiano cadute accidentali!


 

Perché fermarsi ad uno?

Un altro modo per far diventare gli specchi dei motivi decorativi, è quello di utilizzarne più di uno! I sistemi sono molti: più specchi uguali ripetuti regolarmente oppure tanti moduli avvicinati per creare giochi particolari, sono solo due possibilità. Si può anche decidere di acquistarne due o tre della medesima collezione, magari in formati e forme differenti, e avvicinarli tra loro. Trattandosi di più elementi, è sempre importante non eccedere con le tipologie e le finiture per non creare caos!

 

A tutta parete!

Se lo specchio inteso come materiale convince (o se si è particolarmente narcisisti!), anziché limitarsi ad uno o più specchi, lo si può utilizzare come “rivestimento”. La soluzione di ricoprire le ante esterne di un’armadiatura, oppure una parete intera, è molto valida in un ambiente piccolo e poco luminoso, come un ingresso. Le fughe tra uno specchio e l’altro possono diventare elemento decorativo, evitando la monotonia. In altri casi, limitarsi a porzioni di parete può risultare la scelta ottimale.

 

Con funzioni in più!

A seconda della stanza che si vuole abbellire, può essere utile associare alla funzione degli specchi qualcosa in più! In bagno, lo specchio a parete può integrare l’illuminazione, oppure dei piccoli contenitori per accessori e prodotti. Allo stesso modo, in camera da letto può essere utile una mensola svuotatasche, mentre all’ingresso gli specchi possono integrare appendiabiti. Se lo spazio a disposizione è poco, optare per specchi multifunzionali può risolvere alcuni problemi!

 

Photo Credits_Pinterest