LOADING...

Detrazioni fiscali 2020: conferme e novità in favore della casa!

In questi ultimi mesi tante cose sono certe in Italia, ma sicuramente non il governo! Che si sia a favore o meno nel nuovo governo “Conte bis”, andiamo a scoprire le decisioni prese nell’ultima Legge di Bilancio 2020. Di quali detrazioni fiscali possiamo ancora avvalerci nel prossimo anno, in modo da alleggerire l’esborso economico parlando di casa? Ecco le ultime novità!

 

Le detrazioni fiscali prorogate per il 2020!

La nuova Legge di Bilancio ha confermato la proroga di quasi tutti le detrazioni dello scorso anno racchiuse nel pacchetto Bonus Casa. Troviamo ancora Bonus Ristrutturazioni, Bonus Mobili ed Ecobonus, che restano perlopiù invariati anche per il 2020. Qui l’articolo con tutte le informazioni utili riguardanti questi specifici vantaggi, che non hanno subito cambiamenti. Di seguito invece alcune novità, quasi tutte vantaggiose!


 

Salta il Bonus Verde!

Partendo dalle notizie spiacevoli, al momento sembrerebbe essere saltato il Bonus Verde. Questo prevedeva la detrazione fiscale del 36%, fino ad un massimo di 5.000 euro, per una spesa volta a sistemare aree verdi private o condominiali. Il bonus veniva applicato anche in caso di creazione di impianti di irrigazione. Non solo giardini, ma anche terrazzi e balconi potevano essere oggetto dell’intervento. Attendiamo aggiornamenti positivi in merito!

 

Novità Bonus Facciata!

Lo scopo è quello di riqualificare le città, andando appunto ad intervenire sulle facciate che spesso deturpano il paesaggio urbano. Si tratta di una detrazione fiscale che interessa gli interventi su facciate private ma anche condominiali. L’immobile può trovarsi in grandi città o piccoli paesi, in centro oppure in periferia. Seppure non si hanno ancora informazioni dettagliate, si tratta della detrazione più alta all’interno del pacchetto Bonus Casa, si parla infatti del 90%. Si attendono maggiori informazioni!

 

Ecobonus confermato con qualche revisione!

Anche l’Ecobonus è stato riconfermato per il 2020, prevedendo diverse percentuali di detrazione fiscale a seconda della tipologia di intervento. Detrazioni del 50% in 10 anni, su una spesa massima di 100.000 euro, riguardano, ad esempio, infissi, tende da sole e zanzariere. La percentuale per la sostituzione della caldaia varia invece a seconda delle sue prestazioni e caratteristiche, e può arrivare ad un massimo di 65%. Il Decreto Crescita ha previsto che, a partire dal 1° luglio 2019, le detrazioni fiscali per Ecobonus (e Sismabonus) possono essere convertite in uno sconto immediato in fattura (sarà il fornitore ad anticipare lo “sconto”).

 

Altra conferma il Sismabonus!

La detrazione fiscale prevista dal Sismabonus resta anch’essa confermata, in quanto della durata di 5 anni a partire dal primo gennaio 2017. Prevede la detrazione IRPEF del 50%, per un importo massimo di 96.000 euro, in caso di interventi antisismici su abitazioni ed immobili che ospitano attività produttive. Per i condomini è previsto un bonus unico in caso di intervento di riqualificazione energetica (Ecobonus) abbinato ad uno antisismico. Come per l’Ecobonus, anche per il Sismabonus è ora possibile richiedere, in alternativa alla detrazione fiscale, uno sconto immediato in fattura.