logo-mini

Illuminazione ai lati del letto…comfort visivo per la lettura!

Illuminazione ai lati del letto…comfort visivo per la lettura!

Pensare all’illuminazione, quando si sta progettando casa, è molto importante. Ogni stanza, a seconda della funzionalità, ha bisogno della corretta luce artificiale (oltre a quella naturale) per creare comfort visivo. Se pensiamo alla camera da letto, oltre ad un’illuminazione generale, occorre predisporne una ai lati del letto. Per leggere un libro o per avere un riferimento nella notte senza illuminare la stanza “a giorno”, queste luci possono trovare diverse forme…vediamole insieme!

 

La “classica” luce da comodino!

La soluzione a cui viene subito da pensare è quella che prevede di appoggiare un abat-jour sul comodino. Esistono lampade da appoggio di ogni tipo, più o meno classiche, di design o cheap. Forme, colori e finiture…le combinazioni sono moltissime. Anche la modalità con cui emettono luce può essere differente. Ci sono lampade che emettono luce diffusa o che la direzionano in un punto preciso, e queste ultime possono essere fisse o orientabili. Insomma, anche scegliendo questa tipologia di apparecchi, ci sono un sacco di modi per non essere scontati!

      

 

A parete con le appliques!

Una soluzione più originale, che va a caratterizzare in parte anche la parete retrostante, è costituita dalle appliques! Si tratta appunto di lampade da parete, fissate direttamente sul punto luce, oppure comandate tramite un cavo che si collega ad una presa. Anche questi apparecchi, solitamente costituiti da un “cappello” che contiene la fonte luminosa, possono essere più o meno orientabili. In questo modo la luce viene direzionata al meglio per ottenere il maggior comfort visivo possibile.

      

 

Lampade a sospensione non solo al centro!

Siamo abituati a vedere lampade a sospensione poste al centro delle stanze…perché invece non utilizzarle sopra i comodini? Questa scelta, molto elegante e fuori dagli schemi, può essere resa ancor più particolare in diversi modi. Si può ad esempio pensare di posizionarle, ai due lati del letto, ad altezze diverse. Oppure, anziché usarne due uguali, giocare su forme differenti. O, ancora, usarne più di una per comodino, creando un effetto “a grappolo”!

      

 

Da terra quando c’è spazio!

Anche le lampade da terra, o “piantane”, vengono solitamente associate alla zona living, accanto ad un divano, un tavolo da pranzo o una poltrona da lettura. Se lo spazio è sufficiente, possono invece diventare una valida alternativa per illuminare i comodini! Queste lampade rappresentano complementi d’arredo che vanno a caratterizzare non poco una camera da letto. Perciò, se ripeterle da entrambi i lati del letto può essere eccessivo, si può optare per usarne una sola, abbinata ad una tipologia differente sul lato opposto!

     

 

Un filo di luce!

Una tipologia di illuminazione meno “puntuale” è rappresentata da linee luminose che, oltre ad essere funzionali, sono anche decorative. Non si tratta di lampade vere e proprie, bensì di luce che va a delineare la testiera del letto, piuttosto che una mensola retrostante o un elemento in cartongesso. Poiché questa illuminazione, di impatto, non può essere direzionata, spesso viene accostata alle altre tipologie appena viste. In questo modo, l’effetto estetico riesce a creare anche il giusto comfort visivo, essenziale, ad esempio, per la lettura.

   

 


Comments are closed.