logo-mini

Diversi modi per filtrare la luce del sole!

Diversi modi per filtrare la luce del sole!

La bella stagione è ancora un miraggio, ma per risolvere alcune problematiche tipicamente estive è già ora di preoccuparsi. Una di queste riguarda la necessità di filtrare la luce del sole. Questa può essere fastidiosa per l’utilizzo che si fa della stanza in cui risulta essere più invadente. Oppure può abbagliare la vista in un particolare momento della giornata. Ci sono alcuni sistemi, dai più “classici” ai più tecnologici, in grado di aiutarci in questo! Valutarli uno ad uno può servire a capire quale si adatti meglio alle nostre esigenze!

 

Affidiamoci alle soluzioni classiche!

Ciò che a primo acchito viene in mente sono gli avvolgibili (comunemente detti “tapparelle”), le persiane (o “gelosie”) e gli scuri. Uno di questi tre elementi è nella stragrande maggioranza dei casi sempre presente in un’abitazione. Infatti, oltre a risolvere la problematica della schermatura della luce, vengono incontro anche ad esigenze di sicurezza e di privacy. La pecca più grande riguarda però la parziale o completa interruzione dello sguardo sull’esterno che si ha quando si utilizzano questi sistemi.

      

 

Approfittiamone per arredare!

Anche in presenza di avvolgibili & Co., è spesso fondamentale trovare un elemento aggiuntivo in grado di porre un filtro al sole senza impedire di guardare all’esterno. Abbiamo in passato già parlato della capacità delle tende di completare l’arredo di una casa. Combinare le svariate tipologie di tessuti, binari, colori, trame, modalità di fissaggio e confezionamento, permette di ottenere l’effetto desiderato, sia dal punto di vista dell’oscuramento che da quello della privacy. La cosa certa è che, aperte o chiuse, le tende sapranno svolgere anche un’importante funzione estetica!

      

 

Mettiamo mano ai vetri!

Un sistema che però non può prescindere dalla sostituzione dei vetri, riguarda l’inserimento di elementi oscuranti nella vetrocamera. Tende veneziane, plissé o a rullo vanno a costituire un sistema integrato con la finestra, e possono essere regolate manualmente o elettricamente. Molto più discrete rispetto ad avvolgibili e simili, non apportano alcun miglioramento in ambito di sicurezza. Presentano però altri vantaggi: nessuna necessità di pulizia e manutenzione! La “freddezza” di questa tipologia di oscuranti li rende però più adatti ad ambienti lavorativi piuttosto che domestici.

 

Agiamo sull’esterno!

Se si ha a disposizione uno spazio esterno adiacente all’abitazione, la scelta di ovviare al problema agendo in quest’area può essere la soluzione. Non solo tende da sole classiche, ma vele, pergolati o strutture più complesse ancorate a terra consentono, allo stesso tempo, di filtrare la luce che penetra in casa e di creare una zona d’ombra all’aperto! Questo sistema si adatta soprattutto alle zone giorno, che spesso si aprono su giardini e porzioni pavimentate, che diventano, in questo modo, un prolungamento dell’ambiente domestico. Se si sceglie questa strada bisogna però tener sempre ben presenti i regolamenti a cui si è soggetti!

      

 

Mascheriamo in modo invisibile!

In casi particolari, oltre a dover filtrare la luce, il surriscaldamento dell’ambiente causato dal sole rende necessaria una schermatura anche dal calore. C’è un modo pressoché “invisibile” che consente di risolvere i problemi: si tratta di pellicole adesive da attaccare direttamente ai vetri delle finestre. In commercio ce ne sono di diverse tipologie, con diversi gradi di schermatura. Alcune si limitano a bloccare i raggi infrarossi ed ultravioletti, senza intaccare la visuale, altre invece svolgono un’azione riflettente. L’utilizzo di queste pellicole può dar luogo a detrazioni dovute al risparmio energetico per la climatizzazione! Sebbene non necessitino di particolari manutenzioni, la loro durata varia dai 10 ai 15 anni.

 

 


Comments are closed.