LOADING...

Cos’é un Home Staging Report?

Chi segue il blog e l’attività di Made with Home, ormai è ferratissimo sull’Home Staging! Qui uno degli articoli in cui vengono messi a fuoco i punti fondamentali di questa professione, che mira alla valorizzazione immobiliare al fine della vendita o dell’affitto. Una volta chiaro di cosa si occupa l’Home Staging, eccone una forma “soft”, che si adatta ad alcune particolari situazioni: l’Home Staging Report.

 

Cos’è un Home Staging Report?

A seguito del sopralluogo presso l’immobile da vendere o affittare, l’Home Stager prende appunti su come intende intervenire. Se solitamente questo “documento” è ad uso personale, nel caso di un Home Staging Report viene messo a disposizione del committente. Questo report, infatti, contiene le considerazioni fatte sull’immobile, i difetti e i punti di forza riscontrati oltre che i modi in cui sarebbe opportuno intervenire per renderlo più appetibile.

 

Niente più obiezioni sul costo!

In questo articolo abbiamo analizzato le obiezioni che l’Home Stager si sente muovere più spesso da proprietari e agenti immobiliari. Quella più frequente riguarda i costi! Anche se abbiamo dimostrato come, a conti fatti, l’investimento fatto per un intervento di Home Staging viene sempre ampiamente recuperato, il Report riduce ulteriormente i costi. Trattandosi infatti di un documento scritto rilasciato alla committenza a seguito di un sopralluogo, vengono meno i costi di allestimento, noleggio del materiale scenografico, disallestimento e servizio fotografico!

 

A quali situazioni si adatta?

Proprio la riduzione drastica dei costi fa sì che l’Home Staging Report si adegui a quegli immobili con un valore di mercato molto basso. In questi casi l’agenzia immobiliare non ha un margine di guadagno tale da poter finanziare un intervento completo. Allo stesso modo, il proprietario si trova in una situazione economica per cui investire nell’Home Staging “classico” risulterebbe nell’immediato troppo oneroso. Ovviamente si tratta di immobili già arredati, che non necessitano l’aggiunta di arredo!

 

Chi si sporca le mani?

Se l’Home Stager, in questo caso, si limita a descrivere la situazione dell’immobile in modo oggettivo e suggerire gli interventi da attuare, c’è qualcuno che deve pur metterli in atto! Piccole risistemazioni, come un’imbiancatura, spostamento di arredi e aggiustamenti negli accessori devono essere previsti dal proprietario o dall’agenzia. Chi se ne occuperà “fisicamente” lo farà con il report dell’Home Stager alla mano. Infatti, solo l’occhio oggettivo e la professionalità di questa figura possono suggerire la strada migliore per valorizzare l’immobile.

 

Da non sostituire all’Home Staging!

Sebbene il Report riesca a portare i benefici dell’Home Staging in situazioni particolari, non bisogna credere che possa sostituirsi al servizio completo! Affidarsi ad un professionista dal sopralluogo al photo shooting post-intervento rimane comunque la strada migliore per una valorizzazione immobiliare ottimale. Se, infatti, i costi ridotti di un Report possono ingolosire i più, bisogna anche tener presente che il risultato finale non è garantito.