logo-mini

Un problema frequente: mascherare il cassonetto delle tapparelle!

Un problema frequente: mascherare il cassonetto delle tapparelle!

Abitare in una casa dotata di tapparelle (tecnicamente “avvolgibili”) è sicuramente una comodità. Che siano manuali oppure elettrificate, necessitano però di un cassonetto che “deturpa” l’interno della casa. Se le nuove tecnologie permettono di eludere il problema, esistono degli escamotage per mascherare il cassonetto delle tapparelle anche in situazioni più “datate”! Ecco allora delle soluzioni, alcune più facili da attuare, altre più radicali, per far sì che il cassonetto sopra le finestre non sia più motivo di disturbo.

 

Copriamo tutto con le tende!

Le tende, si sa, completano in modo sostanziale l’arredamento di una casa. Perché non sfruttarle allora anche per nascondere i cassonetti delle tapparelle? Questo si può fare fissando binari o bastoni a parete, ma al di sopra del cassonetto, oppure direttamente a soffitto. Sicuramente tendaggi abbondanti e ricchi consentono di distanziarsi meno dall’infisso, ottenendo un effetto perfetto! Le tende a pannello, invece, per il fatto di essere costituite da singoli tessuti tesi, richiedono maggior attenzione affinché rilievi e trasparenza non rendano vano il tutto.

      

 

Il colore viene in aiuto!

Il colore, nell’Interior Design, oltre ad essere di fondamentale importanza, rappresenta spesso un valido alleato per risolvere piccoli problemi progettuali. Ecco allora che viene in aiuto anche in questo caso! Il cassonetto delle tapparelle può essere mimetizzato se dipinto con lo stesso colore della parete a cui appartiene la finestra. In altri casi si può togliere l’attenzione da questo problema usando il colore per attirare l’attenzione altrove. Infine, decidendo di enfatizzare con il colore il cassonetto, lo si rende fondamentale anziché elemento di disturbo!

      

 

Finte travi per nascondere!

Se si decide di intervenire in modo un pochino più importante, il cartongesso può rappresentare una soluzione. Nella fattispecie, si può decidere di inglobare il cassonetto all’interno di una finta trave che si protrae lungo tutta la parete, non limitandosi al solo infisso. Questa apparirà come elemento strutturale, e potrà inoltre essere sfruttata per risolvere altre questioni (incasso luci, passaggio impianti, ecc..). In questo caso è indispensabile creare delle botole di ispezione, sulla parte frontale o inferiore della finta trave, per garantire la possibilità di intervenire sugli avvolgibili per la pulizia e la manutenzione.

      

 

“Sfondiamo” la finestra!

Intervento simile al precedente, ma più sostanziale, consiste nel creare un’intera controparete in cartongesso. Anziché inglobare solo il cassonetto delle tapparelle, è l’intero infisso che viene inglobato! La finestra, inserita in questa controparete, apparirà arretrata rispetto ai muri interni, mentre il cassonetto sparirà del tutto! In alternativa, se il progetto degli interni lo consente, ci si può limitare a creare una cornice tutto intorno all’infisso, che farà sparire il cassonetto senza “rubare” molto spazio alla stanza.

      

 

Soluzioni a scomparsa!

In fase di costruzione, o in caso di ristrutturazioni più importanti, si può optare per soluzioni tecnologiche alternative che ovviano al problema. Nel caso di un cassonetto delle tapparelle a scomparsa, esistono sul mercato pannelli ispezionabili quasi invisibili. Questi si fissano senza l’uso di viti e, essendo complanari alla parete, risultano molto discreti. In altri casi il problema proprio non si pone: i cassonetti si trovano tra infisso e avvolgibile, di conseguenza sono ispezionabili dall’esterno!

      


Comments are closed.