LOADING...

Scatti “ad hoc” per un Home Staging efficace!

Per quanto un intervento di Home Staging possa essere “ben fatto”, un cattivo servizio fotografico è in grado di vanificarne gli effetti. Poiché gli scatti fotografici rappresentano il mezzo per pubblicizzare un immobile, se non efficaci rendono inutile tutto il lavoro. Per questo motivo, ci piace considerare il servizio fotografico come parte integrante dell’Home Staging! Alla base di un buon scatto sta sicuramente l’utilizzo di un’attrezzatura professionale (al bando i cellulari!). Saperla utilizzare rappresenta l’altra imprescindibile condizione! Ecco alcune semplici regole che guidano un professionista e che rendono giustizia ad un immobile ben allestito!

 

La scelta dell’inquadratura!

Bisogna innanzitutto aver bene in mente lo scopo degli scatti di una casa allestita. Devono renderla accattivante ma, soprattutto, devono mostrare ogni ambiente che la compone, “presentando” l’immobile. Occorre quindi inquadrare gli ambienti per dare un senso d’insieme dello spazio. Se possibile, è opportuno far comprendere anche la relazione delle stanze tra loro, fotografando corridoi e disimpegni. Una volta catturato ogni spazio della casa, ci si può dedicare a scatti di dettaglio. Questi, seppur mostrando solo piccole porzioni di allestimento, possono essere utili a trasmettere il sapore e l’atmosfera che si respira, nonché lo stile della casa!

 

Alla giusta altezza!

Dando un’occhiata a portali dedicati al mercato immobiliare, ci si trova spesso davanti a fotografie scattate da altezze improbabili. Ad esempio, ampie zone giorno o piccoli bagni che vengono fotografati dall’alto (appesi ad un lampadario o in piedi su un wc?) per cercare di mostrare il più possibile. L’altezza corretta da cui scattare sta tra i 120 ed i 140 cm. Ovviamente tutto dipende da cosa si sta inquadrando, tenendo presente che la fotocamera non deve essere inclinata verso l’alto o verso il basso (come spiegato di seguito). L’utilizzo di un obiettivo corretto e la programmazione di più scatti da diversi punti permetteranno di rendere giustizia a stanze molto grandi e molto piccole!

 

Attenzione alle linee!

Di fondamentale importanza, una volta posizionata la fotocamera all’altezza giusta, è capire come direzionarla. Spiacevoli effetti sono infatti dietro l’angolo se non si mantiene l’apparecchio “in bolla” in entrambi i sensi. In sostanza, tutte le linee verticali, oltre ad esserlo perfettamente, devono risultare parallele tra loro. Si evita l’effetto di uno spazio “opprimente” (quando le linee verticali convergono verso il basso) o comunque distorto. Questi errori, anche se inconsciamente, influenzano in modo negativo l’osservatore. Un possibile cliente riceverà quindi una cattiva impressione dell’immobile, vanificando una possibile compravendita!

 

Fondamentale la luce!

Per evitare strani aloni luminosi e fastidiosi riflessi, è sempre meglio affidarsi esclusivamente all’illuminazione naturale. Questo, ovviamente, se non ci sono condizioni che lo impediscono, come vani senza finestre o particolari effetti creati da luci artificiali che vanno mostrati. Al mattino o verso il tramonto la luce del sole è ideale, delicata, crea ombre morbide. Sovraesporre leggermente gli scatti, aumentandone la luminosità, rende ancor più piacevole l’atmosfera. Ovviamente non bisogna esagerare: quello che si vede deve corrispondere alla realtà!

 

Orizzontale è meglio!

Scegliere l’orientamento orizzontale, piuttosto che verticale, risulta certamente vantaggioso. Innanzitutto, uno scatto orizzontale permette di inquadrare uno spazio più ampio. L’immagine risulta più attraente e l’ambiente più arioso. Un altro motivo di primaria importanza riguarda il formato richiesto dai portali web su cui vengono successivamente caricate le foto. Nei casi in cui vengono accettati anche scatti verticali, questi sono spesso penalizzati rispetto agli altri. La visualizzazione è molte volte di dimensioni ridotte e l’immagine viene affiancata da bande colorate per “riempire” il vuoto causato dall’orientamento differente.

Scattare sempre qualche foto in più rispetto al necessario permette, in fase di post-produzione, di scartare ciò che penalizza l’intervento di Home Staging!