LOADING...

Voglia di fresco…una piscina tutta per te!

Per chi è costretto a stare in città con questo caldo, oppure a chi le vacanze non bastano mai, ecco un articolo rinfrescante! Chi non ha mai sognato di avere una piscina in casa tutta per sé? Se uno spazio esterno è indispensabile, non è detto che il budget a disposizione debba essere eccessivo. Ecco le tipologie di piscina più diffuse per scegliere la più adatta…o almeno per far viaggiare un po’ la mente!

 

Può bastare una piscina fuori terra!

Una piscina fuori terra rappresenta sicuramente la soluzione più economica, ma comunque funzionale. Ne esistono di diversi tipi: autoportanti, con struttura metallica e rigide. Le prime hanno un bordo gonfiabile che ne sostiene l’intera struttura, hanno forma circolare ed è meglio smontarle dopo il periodo di utilizzo. Quelle con struttura in tubolare metallico sono costituite da un telo in pvc e possono essere anche rettangolari. Infine, quelle rigide, possono essere di diversi materiali (acciaio, legno o resina) e forme. Sono sicuramente quelle più belle da vedere esteticamente, ma anche le più costose delle tre. Forse le più conosciute sono le piscine fuori terra Intex, marchio leader nel settore, ma anche Bestway e Gre propongono prodotti simili e validi.

 

Pretenziosa (ma non troppo) la piscina seminterrata!

Un buon compromesso è costituito dalla piscina seminterrata. Sia in termini di costi e tempi di realizzazione, sia per quanto riguarda i permessi necessari, si colloca infatti un gradino sotto alle piscine interrate. Può essere seminterrata su tutti i lati, quindi prevedere uno scavo parziale, oppure può essere pensata per assecondare un terreno in pendenza. Inoltre, si può ottenere lo stesso effetto utilizzando una piscina fuori terra rigida e, solo su uno o alcuni lati, creare una pedana sopraelevata che la inglobi parzialmente! Esteticamente può integrarsi al meglio con l’ambiente circostante, anche per la varietà di materiali con cui può essere rivestita. Insomma, non ha molto da invidiare alla piscina interrata!

 

La piscina per antonomasia…quella interrata!

Quando si pensa ad una piscina in giardino, è certamente la prima che salta in mente…parliamo della piscina interrata! Richiede un budget decisamente superiore rispetto alle precedenti ma rappresenta anche un investimento in quanto fa aumentare di valore l’abitazione. Essendo realizzata a partire da uno scavo, sono necessari diversi controlli del suolo. Inoltre, è indispensabile interfacciarsi con il comune di pertinenza per quanto riguarda permessi e autorizzazioni. Forme, materiali, colori, ma anche accessori e scelte tecnologiche…in questo caso ci si può sbizzarrire al massimo, per creare la propria oasi di benessere!

 

Un tocco suggestivo con la piscina a sfioro!

La piscina a sfioro è una particolare tipologia che prevede che l’acqua risulti a filo con la struttura, tanto da fuoriuscirne. Nei casi più comuni, lungo i bordi è presente una canalina ricoperta da una griglia che raccoglie l’acqua. Questa viene poi confluita in una vasca di compensazione, filtrata e reimmessa in piscina. Nei casi di piscine a sfioro senza vasca di compensazione, la canalina è più profonda e in grado di contenere essa stessa tutta l’acqua della vasca. Soluzioni più eleganti prevedono invece delle fessure lungo il perimetro che svolgono la stessa funzione delle griglie. Forse l’immaginario più diffuso è quello però delle piscine a sfioro che danno su panorami mozzafiato. In questi casi, l’acqua, su uno o più lati, gocciola fuori dalla vasca e viene raccolta al di sotto, dando l’impressione di trovarsi a strapiombo sul paesaggio sottostante!

 

Extra lusso…la piscina a teca!

Pensata in contesti lussuosi ed esclusivi, integrata in architetture minimal contemporanee…è la piscina a teca! Questa tipologia, che può essere fuori terra o seminterrata, vede la struttura realizzata in lastre di vetro temperato e infrangibile. Non necessariamente tutto il perimetro deve essere trasparente per ottenere un effetto meraviglioso. Se in alcuni contesti, l’effetto di una completa mimetizzazione con l’ambiente circostante può essere ottenuto dalla totale trasparenza, questa non è l’unica soluzione! Accostare “tagli” in vetro al rivestimenti in altri materiali può legare maggiormente la piscina all’architettura di cui fa parte, creando ancor più un effetto sorpresa!

 

 

Photo Credits_Pinterest